Mercoledì 22 Maggio 2019

Minacciarono di bruciargli casa e spararono contro la figlia. In carcere il settimo uomo

Mercoledì 8 Maggio 2019 - Cervia

Nella mattinata di ieri, gli Agenti della Squadra Volante della Questura di Vicenza ed i Carabinieri del Comando Provinciale di Vicenza, hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Ravenna, nei confronti di Costa Caldaras, 43enne residente in Romania, resosi responsabile del reato di “estorsione tentata in concorso con l’aggravante della transnazionalità”.


Le indagini erano iniziate nel 2018 quando un 50enne rumeno si era presentato ai Carabinieri della Compagnia di Cervia – Milano Marittima, denunciando di essere vittima di estorsione per una cifra di 50 mila Euro, aggravata da ripetute minacce rivolte nei suoi confronti e verso i suoi familiari.


Grazie alle indagini, l’8 novembre 2018, venneo arrestati tre rumeni, tutti stanziali nel vicentino, a Bassano del Grappa, ed il 3 gennaio 2019 altri tre vennero rintracciati e rimpatriati a Fiumicino.


Dalle successive indagini è emerso che non si trattava del primo caso: già in Romania, due anni prima, gli stessi soggetti avevano chiesto alla vittima 20 mila euro per permettergli di acquistare una casa, con successiva esplosione di colpi d’arma da fuoco contro l’abitazione e solo per poco, i proiettili non colpirono la figlia.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it