Mercoledì 19 Giugno 2019

Il Centro Visite è stato intitolato a “Marcello Aliprandi” il regista che amava Cervia

Martedì 9 Aprile 2019 - Cervia
Una foto dall'incontro Marcello Aliprandi a Cervia

Il 6 aprile è stato intitolato il Centro visite saline a Marcello Aliprandi, il regista italiano particolarmente legato a Cervia. Il programma è iniziato al Ristorante “Dama delle Saline” con l’incontro “Marcello Aliprandi e Cervia” in cui gli amici di Marcello, gli attori che hanno lavorato con lui e chi l’ha conosciuto hanno ricordato la figura del regista.


Erano presenti la Famiglia Aliprandi, gli attori Cochi Ponzoni, Roberto Antonelli, Adriano Amidei Migliano anche direttore di Comingsoon, i fotografi Emilio Lari e Bruno Sbrighi, il produttore Enzo Gallo, il cantante Piero Focaccia, gli amici Alberto Pilandri che ha condotto l’incontro, Antonella ed Emanuela Antonelli, Claudio Capelli, la giornalista Patricia Martinelli. A seguire si è svolta una passeggiata “In salina con gli aquiloni” dal ristorante al Centro Visite, lungo il Sentiero delle tamerici con i suggestivi voli degli aquiloni. La giornata si è conclusa con l’intitolazione del Centro Visite e lo scoprimento della targa posta in suo onore.

Questo il testo inciso nella targa: “Centro Visite ‘Marcello Aliprandi’ (Roma, 2 gennaio 1934 – Roma, 26 agosto 1997). Regista italiano. Per il suo profondo amore e legame con la nostra città che ha immortalato in molti suoi film. Cervia ricorda e ricambia con grande affetto e riconoscenza”.

Il comune di Cervia ringrazia per la collaborazione la famiglia Aliprandi, i fratelli Zamagna de La Dama delle Saline, la Società Parco della Salina di Cervia, Cooperativa Atlantide, Gruppo Civiltà Salinara e tutti gli amici di Marcello.

Marcello Aliprandi (1934-1997) nato a Roma fu amico di Cervia per tutta la vita. Il suo profondo legame con la città del sale si deve al nonno paterno, l’ingegner Vittorio Emanuele Aliprandi, che nei primi anni del Novecento fu direttore delle saline di Cervia e sposò la cervese Clodovea Panzavolta. Fin da bambino Marcello trascorre lunghi periodi nella casa dei nonni e in quegli anni nascono amicizie indissolubili con molti coetanei cervesi.

Nel 1972 si sposa con la bolognese Grazia Zanotti Cavazzoni, anche lei di ceppo cervese e legatissima alla città. Hanno avuto tre figli, due dei quali si occupano di spettacolo. Il regista ha immortalato Cervia sia in bellissimi documentari girati nei primi anni Sessanta, sia in molti suoi film, come “La ragazza di latta”, del 1970, che segna il suo esordio alla regia.

Il film, interpretato da Sidney Rome e Roberto Antonelli, è stato girato in location suggestive come il Teatro, la Darsena, le Terme, le saline, il Grand Hotel, la Colonia Varese, la pineta. Molti i cervesi che hanno partecipato al film come attori, comparse, ma anche finanziatori. Dopo una lunga carriera per il teatro, il cinema e la Tv, durante la quale ha lavorato con grandi attori, Aliprandi torna come regista a Cervia nel 1988, quando gira la miniserie “Quando ancora non c’erano i Beatles”, con, tra gli altri, Ida Di Benedetto, Anita Ekberg e Lucrezia Lante della Rovere.

Il destino ha voluto che il suo ultimo film, “Soldato Ignoto”, sia stato girato in Romagna. Marcello, per sua precisa volontà, riposa nel cimitero di Cervia.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it