Sabato 20 Aprile 2019

Amministrative comunali 2019. Liste pentastellate a Castel Bolognese, Alfonsine, Lugo e Cervia

Giovedì 4 Aprile 2019

I Comunisti completano il proprio schieramento con Mirco Caravita a Fusignano

Adesso è corsa alla caccia delle firme (da autenticarsi a cura di pubblici ufficiali come sono i consiglieri comunali in carica) per presentare le liste con cui partecipare alle elezioni comunali che vedranno l’apertura dei seggi dalle 7 alle 23 di domenica 26 maggio, mentre le operazioni di scrutinio si faranno il giorno dopo e, comunque, una volta chiuso lo spoglio delle Europee.


Come vuole la legge, le candidature per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale andranno presentate alla segreteria comunale dalle 8 alle 20 di venerdì 26 aprile e dalle 8 alle ore 12 di sabato 27 aprile. A quel punto si inizierà a capire cosa si vedrà nella scheda elettorale: l’esito ufficiale lo si avrà il lunedì successivo, una volta che gli uffici elettorali dei Comuni avranno sentenziato che la corposa documentazione è conforme alla legge.

Il quadro delle liste e dei candidati concorrenti nei 14 Comuni della provincia di Ravenna al voto è ancora incompleto. Lo stesso centrosinistra, superati gli imbarazzi tardoautunnali di Castel Bolognese e Casola Valsenio, non ha sistemato tutte le candidature: manca al quadro Sant’Agata sul Santerno, dove la lista è in costruzione. Nella medesima situazione si trova il centrodestra, così al momento c’è solo la lista civica “Insieme per Sant’Agata” che ricandida il sindaco uscente Enea Emiliani “di origini centriste”. L’estrema sinistra ha messo al suo posto gli ultimi tasselli, definendo a Fusignano la candidatura dell’indipendente Mirco Caravita alla guida della lista unita dei Comunisti e di Rifondazione Comunista (Pci+Prc).

In sintesi la sinistra “radicale” sarà presente anche a Casola Valsenio candidando Wilma Lama (Pci+Prc), ad Alfonsine con Vittorio Emiliani (Sinistra per Alfonsine, che vede insieme Pci, Prc, Sinistra Italiana e Possibile), a Bagnacavallo con Paolo Viglianti (è Sinistra Unita, ossia Pci, Prc, Sinistra Italiana e Possibile insieme), a Conselice con Tiziano Bordoni (Pci+Prc assieme ad un’altra associazione d’area), a Lugo con Valeria Ricci (Pci+Prc appoggiati da Sinistra Italiana), a Cervia con Gianluca Gattamorta (è Sinistra Unita), con Bruno Cignani (Pci+Prc) a Russi, dove è in competizione anche “Cambia Ross” (espressione di Sinistra Italiana, La Sinistra per Russi e civici di sinistra) che presenta Gianluca Zannoni.

Da notare che a Castel Bolognese non ci sarà una lista comunista: l’attuale vicesindaco Luca Della Godenza si ricandida alla guida di “Democratici per Castello” che assieme al Pd vede Sinistra Italiana, Possibile e Movimento Democratico Progressista. Appare chiaro anche lo schieramento del MoVimento 5 Stelle in provincia. I pentastellati si presenteranno ufficialmente a Castel Bolognese con la candidata sindaca Loretta Frassineti che ha alle spalle il sostegno degli attivisti di “Castelbolognese in MoVimento”, all’opera da mesi con numerose iniziative pubbliche.

Anche Alfonsine vedrà in campo il M5s con Donatella Garavini, mentre è di pochi giorni fa l’ufficializzazione della presenza a Lugo con la lista guidata dal 43enne Mario Marchiani. A Cervia è il 30enne Pierre Bonaretti il candidato sindaco del MoVimento 5 Stelle che ha snocciolato pure la lista dei candidati al Consiglio comunale: Daniele Beccasio (Cervia), Anna Bruno (Pinarella), Andrea Fabbri (Lido di Classe), Catia Forlivesi (Cervia), Maria Teresa Marrazzo (Cervia), Gianfranco Mazzotti (Pinarella), Carmen Placuzzi (Cervia), Claudia Rao (Savio di Ravenna), Mario Rapezzi (Cervia), Franca Sammarchi (Cervia), Cristian Ursillo (Cervia), Gian Paolo Vettorello (Savio di Ravenna), Roberta Zuccherelli (Savio di Ravenna).

Rodolfo Cacciari

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it