Giovedì 27 Giugno 2019

Ferrovie dello Stato: dall'11 marzo in vigore alcune modifiche all’orario con nuova fermata a Godo

Domenica 10 Marzo 2019

Le Ferrovie dello Stato comunicano che domani 11 marzo entreranno in vigore alcune modifiche all’orario ferroviario regionale. Si tratta di variazioni richieste alle società di trasporto e dell’infrastruttura dalla Regione Emilia Romagna – committente del servizio – a seguito degli incontri con le Istituzioni del territorio. La nuova offerta, concordata con decorrenza 11 marzo, è già consultabili sui sistemi di vendita di Trenitalia. Fra le variazioni, la nuova fermata a Godo per il Regionale Bologna – Rimini 3011, con partenza dal capoluogo emiliano alle 17.06 e arrivo a Lugo alle 18.04.

In sintesi (i dettagli sono nella locandina allegata a questo link):

  • nuova fermata a Godo per il Regionale Bologna – Rimini 3011, con partenza dal capoluogo emiliano alle 17.06 e arrivo a Lugo alle 18.04
  • due nuove fermate a Castel San Pietro per i Regionali 2981 e 2983 Bologna – Ravenna; il primo - in partenza da Bologna alle 17.50 - fermerà nella stazione castellana alle 18.05, mentre il secondo – in partenza da Bologna alle 19.50 – fermerà a Castel San Pietro alle 20.05
  • nuovo treno Imola – Bologna Centrale con partenza alle 18.40, arrivo alle 19.22 e fermate a Castel San Pietro, Varignana, Ozzano Emilia, San Lazzaro di Savena e Bologna San Vitale; il treno circolerà nei giorni feriali dal lunedì al sabato
  • nuova fermata a Misano Adriatico – alle ore 20.19 - per il Regionale 2133 Piacenza (16.49) – Bologna – Ancona (21.20)
  • nuova fermata a Igea Marina, alle 7.59 per il Regionale 6516 Rimini (7.48) – Ravenna (8.39)
  • anticipo di due minuti – dalle 7.17 alle 7.15 – della partenza del Regionale 6375 in partenza da Porretta Terme e diretto a Pistoia.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it