Martedì 18 Giugno 2019

LA POSTA DEI LETTORI / La Valle del Wellness del Delta e il collegamento Forlì-Cervia

Venerdì 8 Marzo 2019

Nell’intento di affrontare con un approccio diverso lo sviluppo territoriale e in particolare il turismo complementare e le infrastrutture necessarie, ProRavenna continua la valorizzazione della programmazione e progettazione del territorio, basata sulle ultime generazioni di tecniche di masterplan territoriali e della creative economy, valorizzando i due piani superiori utili alla comprensione generale di questi strumenti, ossia il mesh (nodo livello 3) e le linee portanti 2. 

 

La Valle del Wellness del Delta 

Gli obiettivi da raggiungere sono: dare un percorso di attività fisica, ciclistica, turistica (a portata di ogni cittadino), permettere il raggiungimento comodo dei punti d’interesse, ed infine fare godere dell’ambiente con quattro dei suoi punti d’interesse distintivi:

  • lungo il fiume Savio,
  • le Saline di Cervia,
  • il lungo mare di Savio-Cervia,
  • la Pineta in zona Lido Savio – Cervia.

Il tutto inglobato in due percorsi circolari, uno grande, Cesena – Savio – Cervia - Cesena (ritorno) e uno più piccolo, Cervia Via Saline - Castiglione di Cervia - Cervia Pista ciclopedonale sul fiume Savio.

L’abilità sarà di realizzare con efficienza i 4 comparti in modo che il percorso sia rispettato. Vedi l’approccio già trattato in precedenza nel comparto 3 intitolato la Via del Sale.

Anche per la realizzazione delle singole risorse, si debbono integrare più obbiettivi e più elementi possibili, per una maggiore ottimizzazione della spesa e per una maggiore efficacia (utilità finale).

Il comparto 1 risulta quasi completato e l’infrastruttura arriva fino a Martorano, rimangono pochi chilometri per il realizzo integrale. Il comparto 2 è iniziato e risulta in programmazione per il realizzo. Il comparto 4, è un po’ più complesso, richiede un’analisi approfondita e una progettazione di alto livello tecnico, per dare risposta all’intero obbiettivo della Maglia ed essere utile anche nell’attività turistica marittima delle due Zone (Lido Savio-Cervia), anche se appartengono a 2 comuni diversi (Ravenna-Cervia).

 

Un collegamento alternativo Forlì - Cervia

Il collegamento Forlì - Cervia è estremamente strategico e rappresenta la via di afflusso principale per il mare e richiede un aggiornamento in quanto le strutture attuali, malgrado gli interventi di allargamento e messa a modulo ecc., non hanno risolto le lunghe file che si creano lungo il tragitto. Dalle analisi che abbiamo effettuato e basandoci sempre sui principi fondamentali dei masterplan, ossia la progettazione con il più ampio numero di obbiettivi possibile per una maggiore efficacia e utilizzando il più possibile le risorse già esistenti per una maggiore ottimizzazione e risparmio, vi presentiamo alcuni punti rilevanti:

  • Punto A: Uscita autostrada per Cervia a Carpinello. Questa uscita permetterà di anticipare il tragitto per coloro che arrivano da nord, ma soprattutto darebbe un percorso alternativo ai forlivesi per arrivare a Forlì specialmente in caso di fila e viabilità congestionata nel tratto dopo Carpinello verso Forlì. Il tutto oltre ovviamente al prestigio che questa uscita darebbe a Cervia-Milano Marittima.
  • Punto B: Collegamento uscita Cervia (a Carpinello) con E-45 a Casemurate. Permetterebbe di anticipare già il percorso alternativo alla Salara SP-2 e di snellire il traffico o i blocchi sulla stessa SP-2, ma soprattutto creerebbe un collegamento diretto e veloce Forlì – Ravenna, molto prezioso per il traffico pesante e per il porto, liberando e alleggerendo l’altra strada sotto pressione: la Ravegnana. Il tutto consiste in soli 7 nuovi Km di strada da creare sotto forma di superstrada.
  • Punti C, D, E: collegamento tra Curva Vicari e via Castiglione a Castiglione di Cervia: risolverebbe la sofferenza maggiore nel rientro dei forlivesi, evitando gli incroci pericolosi e trafficati che lungo questo tratto creano incidenti, disagi, blocchi e rallentamenti.

Come avete sicuramente notato, tutte queste risorse, che compongono l’intero comparto della colonna di collegamento Forlì - Cervia, sono autonome ed efficaci anche senza la presenza delle altre, essendo realizzabili ciascuna di essa in momenti differenti e in presenza di opportunità di singoli finanziamenti.

 

Abderrazak Attoui 

Promotore di ProRavenna 

14Commenti ...Commenta anche tu!

Commenti

Perché non vedi il tuo commento? Leggi le policy.

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Cervianotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@cervianotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

  • E’ la prova che il nostro territorio vale, ma purtroppo perfino troppo ignorato!

    09/03/2019 - daniele

  • Sarebbe un sogno per me svegliarmi al mattino prendere la mi bici, partire da Ronta, percorrere il fiume Savio fino alla foce, trascorrere il sabato o la domenica in spiaggia a Cervia e tonare la sera attraverso le saline godendo dello spettacolo del crepuscolo e degli uccelli! davvero è un sogno!

    09/03/2019 - matteo

  • Ma il problema, i nostri politici saranno all'altezza di progetti simili?

    09/03/2019 - andrea

  • Oh finalmente un bel progetto che vede valorizzare le nostre risorse! non solo il mare, ma anche tutta la richezza del territorio. Mi auguro che sia condiviso da tutti!

    09/03/2019 - paula

  • E' come parlare a un mulo!! quelli vogliono fare un palco nel canale come gli anni 90 con tanto di delfini e di spettacoli sovietici da da impiccarsi in tempo reale! pensate quanta sensibilità hanno per le cose presentate nell'articolo!!

    09/03/2019 - luigi

  • Ottimo lavoro,complimenti!

    09/03/2019 - stefania

  • Ziria l’è piò indrì che la coda de chèn

    09/03/2019 - armando

  • Sono eccellenti argomenti per un dibattito serio e chiaro dei candidati a sindaco di Cervia! Vediamo che cosa propongono di meglio o che cosa sono in grado di realizzare!

    09/03/2019 - Antonio F

  • Saremo noi cervesi i primi ad utilizzare queste bellissime infrastrutture, in particolare nella stagione estiva pur di allontanarci dal chiasso e dalla confusione del mare. Faremo un giro salutare in bicicletta passando dalle saline e tornando dal Savio! Speriamo che i politici stiano attenti questa volta.

    09/03/2019 - cristian

  • Debbo dire che l'uscita a Carpinello è azzeccata ed è estremamente utile sia per Cervia che per Forlì.

    10/03/2019 - Giada

  • Osta! con delle analisi e delle proposte così avanzate è meglio che politici, pseudotali e candidati di tutti gli schieramenti, non vengano qui a raccontare le solite baggianate! Questa volta vi aspettiamo!!

    10/03/2019 - franco

  • Purtroppo è un altro caso in cui il territorio è molto più avanti della politica! Cosi il territorio si presenta vecchio, degradato e poco appetibile al mercato, In particolare quello internazionale! E' un problema che va risolto, altrimenti il declino del turismo sarà sempre più consistente nel futuro!!

    11/03/2019 - Pierluigi G

  • Ottimo! Il wellness, la promozione turistico-sportiva e ambientale dovrebbe coinvolgere non solo il territorio, ovvero i cittadini, ma anche le scuole sempre sensibili a queste tematiche...

    14/03/2019 - Elisabetta

  • magari anche qualche panchina lungo le saline per coloro che si fermano a osservare gli uccelli!

    14/03/2019 - monica



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it