Mercoledì 27 Marzo 2019

L'immagine di Ravenna per il settimo centenario di Dante sarà scelta con voto popolare

Venerdì 1 Marzo 2019
Immagini di celebrazioni dantesche del passato

Il sindaco Michele de Pascale: “Scegliamo insieme l’identità visiva delle celebrazioni a Ravenna affinchè sia patrimonio di tutti" - Bando pubblico per logo e naming

L’amministrazione comunale di Ravenna intende individuare un'identità visiva che rappresenti il VII centenario dantesco del 2021 a Ravenna, capace di trasmettere l'insieme dei valori, delle attività e degli spazi che concorrono al programma delle celebrazioni dantesche nel 2020 e 2021. E quale sarà questa immagine lo deciderà il voto popolare, dopo una selezione fatta dagli specialisti. In particolare, il Comune vuole "dare conto della portata storica e simbolica di Ravenna nella vicenda e nel lascito di Dante e nella formazione del culto dantesco a partire dai valori universali e plurali della sua opera."

 

Con questo obiettivo il Comune di Ravenna avvia una procedura di selezione per individuare un logo e un naming. I candidati saranno liberi di realizzare l’idea grafica nell’ottica a loro più congeniale, rappresentando gli aspetti caratterizzanti delle celebrazioni della città di Ravenna in occasione del VII centenario della morte di Dante.

In considerazione dell'estrema complessità del patrimonio dantesco e in particolare dei criteri di progettazione delle celebrazioni del centenario, verrà organizzato il 18 marzo 2019 alle ore.11,30 alla Sala Dantesca della Biblioteca Classense un incontro informativo alla presenza dei referenti delle celebrazioni dantesche. Tutti gli interessati alla procedura di selezione potranno partecipare all’iniziativa. L’avviso di selezione è pubblicato sul sito del Comune di Ravenna nella Sezione Amministrazione Trasparente al link http://www.comune.ra.it/Aree-Tematiche/Bandi-concorsi-ed-espropri/Bandi-di-gara-e-indagini-di-mercato/Concorsi-di-progettazione-e-di-idee/Procedura-di-selezione-con-percorso-partecipato-per-logo-e-naming-di-Ravenna-nel-VII-centenario-della-morte-di-Dante-Alighieri/(pub)/1

 

 

Le iscrizioni preliminari alla presentazione dei progetti andranno presentate entro e non oltre le ore 12.30 del 29 marzo 2019. I progetti, redatti secondo le indicazioni del bando, andranno presentati entro e non oltre le ore 12.30 del 3 aprile 2019.

La selezione avverrà in due fasi:

1. Giuria di tecnici;

2. Voto popolare.

La Giuria di tecnici - che sarà nominata in un secondo tempo - esaminerà i progetti nel rispetto del loro anonimato seguendo i seguenti criteri:

• Caratteristiche concettuali, estetiche, espressive

• Efficacia comunicativa e qualità della proposta in ordine alla relazione tra Ravenna e Dante

• Funzionalità e applicabilità ai diversi utilizzi e contesti istituzionali.

Al temine della procedura la giuria renderà noti i giudizi espressi in merito alle prime tre proposte selezionate senza definire una graduatoria.

 

Le tre proposte selezionate dalla giuria tecnica verranno sottoposte ad una procedura di selezione partecipata. La votazione si terrà il 29 aprile alle 20,00 al Teatro Rasi nell'ambito della Chiamata pubblica organizzata dal Teatro delle Albe – Ravenna Teatro. Potranno partecipare e votare tutti, ravennati e non. Si voterà con tanto di schede e urne.

La scelta del logo vincitore, così come quella del secondo e del terzo classificato, avverrà al temine della serata dopo la presentazione dei progetti. Sotto la direzione artistica del Teatro delle Albe verranno chiamati i soggetti ideatori dei tre progetti selezionati che potranno presentare al pubblico il proprio lavoro e l'idea creativa da cui è scaturito. Risulterà vincitore il progetto che, sui tre selezionati dalla giuria, avrà ottenuto il maggior numero di preferenze nella votazione a cui potranno partecipare tutti i presenti.

La proposta vincitrice sarà premiata con un premio di 4.000 euro. Il secondo e il terzo classificato riceveranno rispettivamente un premio di € 2.000 euro e di 1.000 euro. Al termine della procedura di selezione il Comune di Ravenna si riserva la facoltà di affidare il servizio di ideazione e progettazione di una declinazione esecutiva dell'immagine coordinata, all'ideatore del progetto classificato al primo posto, fatti salvi gli adeguamenti e le necessarie tarature conseguenti al passaggio dalla prima fase ideativa al progetto esecutivo, nel pieno rispetto dell'idea originaria.

 

LE PAROLE DEL SINDACO MICHELE DE PASCALE E DELL'ASSESSORE ELSA SIGNORINO

“Dante è patrimonio collettivo di Ravenna. Lo ha dimostrato la città stessa – dichiara il sindaco Michele de Pascale – con una sorprendente partecipazione alle numerose iniziative dedicate alla sua memoria, ai suoi valori e alla sua attualità. Per questo motivo abbiamo pensato di condividere con la comunità intera una delle prime e forse più emblematiche azioni che ci porteranno a comunicare al mondo cosa significhi la figura del Sommo poeta per la nostra città, scegliendo tutti insieme l’identità visiva delle celebrazioni dantesche a Ravenna. La città è pronta a raccogliere unita la sfida del VII centenario che sarà lo straordinario risultato di un impegno corale”.

L’assessora alla Cultura Elsa Signorino mette in evidenza: “Abbiamo voluto mettere in valore la partecipazione della città a partire dalle procedure amministrative attraverso cui prende concretezza il percorso che insieme alla città stiamo costruendo. Il risultato più prezioso del lavoro di questi anni è la continua, crescente e feconda collaborazione con i soggetti che, con differenti vocazioni e progettualità, si adoperano alla migliore valorizzazione del lascito dantesco. Il centenario è per noi una straordinaria occasione di coesione e crescita della città”.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it