Giovedì 27 Giugno 2019

Muri abbelliti da murales artistici. Il Consiglio di Zona 1 di Cervia lancia la raccolta fondi

Lunedì 25 Febbraio 2019 - Cervia

Il Consiglio del quartiere CDZ1 Cervia ha avviato un piccolo esperimento per rendere sempre più bella e vivibile la città, prendendosi cura di angoli bisognosi di una mano di colore e di cura. Il primo intervento consiste nel ridipingere le pareti imbruttite e imbrattate, affidando ad artisti la realizzazione di 5 quadri murali – murales – .

 

Si parla del Vialetto o Parco della Rimembranza, nel cortile della Pascoli. E’ un omaggio ai bambini di ieri e di oggi. Sono stati proprio i bambini della  scuola d’infanzia Alessandrini e della  primaria Pascoli a scegliere una  rosa di personaggi a cui si ispireranno le pitture degli artisti. Saranno storie incantate, care ai bambini di sempre e di tutto il mondo. Intanto una classe  della  scuola  Pascoli, guidata  dall’insegnante Annamaria Fantini. Ha  prodotto un video pubblicato su Facebook: cerviazona1 per  promuovere la campagna.

 

Molti scolari di un tempo sono tornati, da adulti in questo Vialetto, per fare sport nelle due palestre scolastiche o  per seguire le lezioni nella scuola di musica Rossini. Altri sono tornati sui loro passi per accompagnare figli e nipoti. Tanti passano ogni giorno per il  Vialetto per raggiungere i negozi e la piazza del mercato; altri sostano sulle poche panchine sotto l’ombra dei pini o si ritrovano per chiacchierare vicino alle aiuole delle erbe aromatiche, mentre i più piccoli giocano sulle altalene. "Chissà quante volte - commentano gli organizzatori dell'iniziativa - lo avranno percorso distogliendo lo sguardo da quelle pareti imbrattate da scritte sovrapposte e immagini ormai illeggibili e disordinate!".

 

Il progetto presentato nel 2018 dal Cdz1 è stato accolto e, in parte, finanziato con soldi del bilancio del Comune di Cervia. Le risorse tuttavia non basteranno: per il giusto compenso al lavoro degli artisti e per organizzare, alla fine di aprile, una giornata di festa per consegnare alla  città i murales; per proseguire con altre tappe del Progetto che coinvolgeranno, via via, il piccolo quadrilatero delimitato dall’ingresso della Pascoli, della Biblioteca e della Scuola materna.

 

Cosa fare, allora?  Con un piccolo aiuto da parte di molti, a cominciare da ogni abitante o turista, aderendo alla campagna di raccolta di donazioni  tramite la  piattaforma digitale La rete del dono, con l’aiuto di un’associazione no profit ravennate “Il lato oscuro della  costa”.

 

La raccolta fondi è stata avviata il 14 febbraio (San Valentino, il giorno dedicato agli innamorati che è stato qui interpretato come giorno della dichiarazione d’amore per la  propria città, per la cura dei beni comuni, grazie all’arte e alla creatività della fantasia) per finire il 12 aprile.

 

Come fare le donazioni? Con la carta di credito, o il metodo PayPal o con bonifico bancario: si entra in www.retedeldono.it, scrivendo nello spazio della ricerca: muri incantati, oppure digitando direttamente: https://www.retedeldono.it/it/f/48334. Oppure ancora, scaricando sullo smartphone un lettore di QR code.
   

 

• Si può partecipare ad una  un’opera a d’arte, anche se  non si è artisti.
• Si può  lasciare  il segno contribuendo  con una  donazione.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it