Giovedì 24 Gennaio 2019

Politica. Gianni Grandu pronto a candidarsi. Il Pd a un bivio: sostenere lui o Enrico Mazzolani?

Domenica 30 Dicembre 2018
Gianni Grandu con Luca Coffari

Si va verso una stagione di lotte intestine nel Pd cervese? Se è così, non sarà una bella stagione a sinistra quella che si annuncia in vista delle elezioni amministrative del prossimo maggio. Dopo la rinuncia alla ricandidatura di Luca Coffari, il Partito Democratico di Cervia nell'assemblea di qualche settimana fa, a maggioranza, aveva dato il suo via libera alla candidatura a sindaco del civico Enrico Mazzolani che sta già lavorando ad un accordo vasto di centro sinistra, a partire dalla sua lista civica Cervia ti Amo

Ma in casa Pd quell'assemblea e quel via libera pare siano stati digeriti male se non digeriti affatto. Infatti, con un'intervista a Il Resto del Carlino l'assessore  Gianni Grandu  riapre i giochi e si dice disponibile a correre come sindaco. Chiaramente in alternativa a Enrico Mazzolani o con l'intento di far desistere lo stesso Mazzolani dalla sua impresa. Con questa uscita Grandu pone però il Pd (e non solo) di fronte a una decisione difficilissima e forse drammatica: rinnegare la scelta già fatta di appoggiare Mazzolani oppure "scaricare" lo stesso Grandu che pure nella Giunta Coffari ha un ruolo importante. Insomma, se non è crisi poco ci manca.

Dichiara Grandu al Carlino che tanti (singoli e associazioni) gli hanno chiesto di rendersi disponibile a candidarsi e per questo lui ha rotto gli indugi "per il bene e il futuro della città". Su quali forze e alleanze intende presentarsi, Grandu lo dice subito dopo: "Un accordo con la lista civica che ci ha permesso di governare fino a oggi. Occorre ripartire da lì, rafforzare il civismo e con un Pd coeso."

Due temi entrambi spinosi e due percorsi in salita. Perchè sull'opzione del civismo sta già lavorando da settimane lo stesso Mazzolani. Mentre sulla coesione del Pd dopo i mal di pancia che l'uscita di Grandu manifesta è difficile ora scommettere. 

In ogni caso dopo la publicazione dell'intervista, scrive Gianni Grandu sulla sua pagina Facebook: "Grazie alle tantissime persone che questa mattina mi hanno chiamato e/o mandato sms! So di non essere solo e già questo è importante vuol dire che si raccoglie ciò che nella vita si semina! Grazie! Grazie a tutti comunque la pensiate per l’esperienza straordinaria che ho vissuto con voi in questi anni! E un grazie al sindaco Luca Coffari, al quale sono stato al fianco sempre con impegno serietà e collaborazione e che nella sua scelta delle deleghe mi ha permesso questa fantastica esperienza di vita. Continuo oggi a dare la disponibilità per mettermi al servizio della nostra comunità, come ho fatto fino ad oggi e in continuità con la mia storia prima professionale nella polizia di stato, poi amministrativa nel Comune, nello svolgere ruoli di rappresentanza sindacale, sociale e sportiva a diversi livelli, locali, provinciali, regionali, nazionali. Sono partito come semplice delegato del consiglio di zona di Pisignano e Cannuzzo e la mia passione per la città di Cervia mi ha portato oggi a diventare assessore al servizio di tutta la comunità cittadina. Lo spirito che mi anima è quello di essere al servizio della politica, non vivere di politica. Per amministrare una città ci vuole passione, condivisione, serietà, tanta disponibilità e credibilità e soprattutto rimanere sempre se stessi perché i valori che abbiamo non debbono mai cambiare. Questo mandato è stato davvero impegnativo e straordinario. La presenza nel territorio e le deleghe di comunità sono state fantastiche perché mi hanno permesso di conoscere e confrontarmi con tanti mondi e persone la vera forza di chi si vuole mettere al loro servizio! C’è bisogno di continuità. Noi dobbiamo partire da questo. La giunta uscente deve essere orgogliosa delle cose fatte. Sono stati anni straordinari sotto tutti i punti di vista: umani, solidali, di crescita, di interventi. C’è ancora molto da fare però, ed è per questo che sono disponibile ad esserci ancora e a propormi come candidato Sindaco, al servizio di tutta la città con la consapevolezza di chi l’ha vista crescere in questi anni e che sarebbe fiero di proseguire il lavoro di rinnovamento. Lo meritano i cittadini perché è con loro che abbiamo fatto crescere la città in questi anni."

4Commenti ...Commenta anche tu!

Commenti

Perché non vedi il tuo commento? Leggi le policy.

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Cervianotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@cervianotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

  • Bravo Grandu, bisogna avere il coraggio delle proprie azioni e non come il PD che tenta di camuffarsi dietro una lista civica. Ci vorrebbero più persone come lei, vicino alla popolazione e al territorio. Auguri

    30/12/2018 - Roberto

  • Che problemoni..... gira e rigira, nessuno vuol mollare, con una scusa o l’altra..:

    30/12/2018 - Francesca

  • Non importa il nome o il partito cerchiamo di continuare i programmi concordati da questa giunta che a lavorato come non capitava da molto tempo.

    01/01/2019 - Giancarlo Ternetti

  • Il problema è che non si dice che all interno di un partito ci deve essere democrazia. Se la candidatura Grandu dentro le proprie istituzioni(PD) con le regole date non ha raccolto che 5 consensi,SIGNIFICHERÀ pure qualcosa o no?? Poi che servisse il Populista di sx che come fece Renzi dice me lo chiedono , scusate ma anche no. Auguri. Se gli va come con Renzi Auguri.????????

    03/01/2019 - Lorenzo



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it