Domenica 21 Aprile 2019

Supporto della genitorialità. Parte nel cervese il progetto Fill the GAP!

Mercoledì 21 Novembre 2018 - Cervia

Parte sul territorio cervese Fill the GAP!, un importante progetto per potenziare la rete a supporto della genitorialità, promosso dall’Istituto Comprensivo I di Cervia in collaborazione con il Centro Risorse Educative e Sociali del Comune di Cervia. Selezionato da Con i bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, il progetto Fill the GAP! ha una durata di 36 mesi, 3 anni scolastici, e si pone la grande sfida di potenziare il supporto alle famiglie e favorire un clima di fiducia.

Percorsi di in-formazione e sportelli d’ascolto, con impronta aggregativa di mutuo aiuto, e una combinazione di seminari e laboratori di carattere educativo, ludico e informativo, avranno l’obiettivo di rafforzare i legami tra i bambini e la comunità educante, formata da famiglie, professionisti del mondo della scuola, dell’educazione, e operatori in ambito sociale e clinico.

 

IL PUNTO DI FORZA

 

Punto di forza del progetto è infatti la realizzazione di una rete di enti e associazioni sul territorio, ciascuno con un ruolo preciso e riconosciuto, che mette a disposizione le proprie competenze in un sistema di risorse condivise. Il partenariato, coordinato dall’Istituto Comprensivo Statale n 1 comprende: il Centro Risorse Educative e Sociali del Comune di Cervia, il Comprensivo Statale n 2, il Comprensivo Statale n 3, Cerviamusica Associazione Musicale, Il cavallino a dondolo, la Cooperativa Sociale L’Arcobaleno, l’Associazione Dalla parte dei minori, la cooperativa Atlantide, la Pro Loco di Castiglione di Cervia e l’IRESS.

 

LE SCUOLE COINVOLTE

 

Il progetto coinvolgerà 9 scuole dell’infanzia e 3 servizi 0-3 del Comune di Cervia attraverso laboratori linguistici, psicomotori e musicali per i bambini, da realizzare in orario scolastico, per un potenziamento dei processi interpersonali e lo sviluppo di comportamenti resilienti. Durante l’anno scolastico, nelle nove scuole dell’infanzia e nei tre nidi sarà attivo un servizio di pre-post scuola dove i bambini provenienti da contesti socio-culturali vulnerabili trascorreranno il tempo in ambienti confortevoli e arricchenti. Al termine dell’anno scolastico saranno potenziati i due centri estivi già esistenti e uno sarà aperto ex novo, prevedendo per le famiglie anche un’estensione delle attività educative a copertura del periodo lavorativo estivo.

 

LA BANCA DELL’ALTRUISMO

 

Si metterà inoltre a disposizione dei genitori una “Banca dell’Altruismo”, uno spazio all’interno della scuola dove potersi incontrare informalmente, conoscersi, raccogliere le capacità di ciascun membro del gruppo e soddisfare i bisogni di aiuto. Inoltre annualmente si organizzerà una “Giornata della Scuola Diffusa”, evento pubblico che prevederà conferenze, seminari, mostre, laboratori per adulti e bambini.

 

IL PROGETTO

 

Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org 

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it