Martedì 18 Dicembre 2018

Sparatoria alla Pineta di Lido di Classe. Condannato a 6 anni un carabiniere e a 5 anni il complice

Mercoledì 21 Novembre 2018

Ieri martedì 20 novembre il giudice Janos Bartolotti ha condannato a 6 anni e 8 mesi Leonello Del Monte, il luogotenente dei carabinieri del Reparto operativo di Roma, e a 5 anni il complice Tiziano Amici: i due uomini nel novembre 2017 si resero protagonisti di una sparatoria contro due militari dei carabinieri di Ravenna.

Era l'alba del 10 novembre 2017 quando il maresciallo Giorgio Tantimonaco (comandante della Caserma di Savio ) e l'appuntato scelto Antonino Sturniolo, durante un sopralluogo per un'operazione antidroga dei Carabinieri di Ravenna, notarono due auto sospette ai margini della pineta di Lido di Classe, in Via Canale Pergamini. Poche ore prima, lungo la ss16 Adriatica, i carabinieri avevano sequestrato un furgone con due tonnellate e mezza di droga. 

Da una delle auto ferme in pineta scesero due persone, Leonello Del Monte e Tiziano Amici: il primo dopo aver mostrato un tesserino dell'Arma si identificò come "un collega di Roma", impegnato in un'operazione sotto copertura, mentre l'altro sarebbe stato un tecnico esperto di gps.

In pochi secondi quello che era apparso inizialmente un normale controllo, si trasformò in una colluttazione. Un colpo di pistola partì dalla semiautomatica del "collega romano", che solo per puro caso non ferì il maresciallo. Fortunatamente il militare ravennate riuscì a disarmare Del Monte, facendo cadere l'arma nel canale Pergamini, mentre l'appuntato riuscì ad impedire ad Amico di impossessarsi delle pistole d'ordinanza. 
L'arma, caduta nel canale, venne ritrovata dopo qualche ora e risultò rubata nel 2016 ad un sottoufficiale della Guardia di finanza di Roma. 
Del Monte e Amici dopo la colluttazione riuscirono a fuggire, ma vennero arrestati dopo qualche tempo a Roma.

Tentata rapina aggravata, ricettazione, falso e resistenza a pubblico ufficiale erano i Capi d'imputazione a carico di Del Monte e Amici, per i quali il procuratore Monica Gargiulo aveva chiesto una condanna ad 8 anni. La notizia è riportata sui quotidiani locali Il Resto del Carlino e Corriere Romagna in edicola quest'oggi.





0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it