Lunedì 17 Dicembre 2018

Arte. Il personale Purgatorio dei Salinari: i versi di Dante diventano mostra

Giovedì 11 Ottobre 2018 - Cervia

Domani, venerdì 12 ottobre, si inaugura la collettiva di tre artisti rimiensi e due migranti che raffigura i sette livelli del Purgatorio e i peccati corrispondenti

Dante prende forma

Il Purgatorio dei Salinari è un’azione di arte collettiva che si svolge venerdì 12 ottobre alle 17, nella strada adiacente al Magazzino del Sale di Cervia, proposta da tre artisti riminesi e due migranti. A terra un libro da leggere: i versi di Dante riportati nella pavimentazione si trasformano in un sentiero, per condurre lo spettatore all’interno del Magazzino.

Qui prende forma l’esposizione, in programma fino al 23 ottobre, “Aspettando “Dante Alighieri; il Purgatorio”, Mostra del Festival delle Arti, che sarà inaugurata venerdì 12 alle 19 (orari di visita tutti i giorni dalle 15,30 alle 18,30). Nei fatti, chi lo desidera, può contribuire a realizzare l’opera riportando alcuni brani del Purgatorio di Dante nello spazio tra il canale e il muro del magazzino, seguendo le linee suggerite dagli artisti.

Si delinea così un disegno evocativo, che raffigura i 7 livelli del Purgatorio e i peccati corrispondenti, il tutto completato da soggetti ispirati a illustrazioni antiche. Lo spettatore/lettore diventa, insieme agli artisti, scrittore e protagonista dell’evento, ripercorrendo con i propri passi il percorso fino all’ingresso della mostra, metafora delle porte del Purgatorio nell’aldilà. Una forma particolare di avvicinarsi a Dante vivendo in prima persona le infinte sfumature della sua opera.

L’opera è proposta dal collettivo artistico composto da: Elena Butmalai, Lorena Ghinelli, Fausto Ferri, Fabrizio Pavolucci e Gregorio Prada Castillo, tre artisti riminesi e due migranti che si esprimono per mezzo di performance pubbliche su temi quali: la violenza sulle donne, l’immigrazione, i genocidi, la libertà d’espressione... Il gruppo collabora in modo spontaneo rispettando le tecniche e le idee di ognuno. Si definisce, infatti, un gruppo informale e mutevole in cui si lavora senza pregiudizi, per condividere le ricerche e le esperienze personali.

Per informazioni: gregorupc@yahoo.it - fabrizio.pavolucci@libero.it – breakaleg@libero.it - www.ilcerbero.it

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it