Martedì 18 Giugno 2019

LA POSTA DEI LETTORI / Dante 2021 senza palazzo Grossi non è auspicabile!

Venerdì 28 Settembre 2018
Palazzo Grossi

La celebrazione della morte del poeta non può essere limitata ad un perimetro di poche decine di metri attorno palazzo comunale, dimenticandosi così del valoroso patrimonio monumentale, storico e culturale del forese, del quale Palazzo Grossi rappresenta un’eccellenza.

Purtroppo Comune e Provincia hanno avuto diverse eclatanti occasioni per il suo restauro e recupero: Ravenna capitale della cultura, il Giubileo ed altri. Tutte le possibilità sono state inspiegabilmente mancate, lasciando il palazzo alla sua sorte.

Tristissimo ed incredibile è vedere il palazzo chiuso e decisamente malmesso dal 1987.  La condizione ha generato negli anni un danno irreparabile all’economia della zona, nonché un degrado diffuso e della località che l’ospita, Castiglione di Ravenna dove è ben visibile la continua ed inesorabile chiusura dei negozi e la fuga dei cittadini. Perfino lo storico e glorioso Bar del PD (Ex. bar dei comunisti) ha chiuso i battenti.

Il palazzo è considerato tra i più belli ed importanti in assoluto in Romagna della sua categoria, sia dal punto di vista architettonico che storico. Risalente al 1450, nato come predecessore del turismo ambientale qualitativo perché utilizzato dalla signoria dell’epoca come palazzo di villeggiatura, festeggiamenti e ricchi ricevimenti. Questa scelta in realtà non è casuale essendo esso posizionato sul bellissimo e suggestivo argine del fiume Savio che proprio in quella zona disegna belle ed armoniose forme nel suo percorso. Il castello si situa per altro vicino alla foce del fiume Savio essendo stato costruito a pochi km dal mare sulla storica Via del Sale (saline di Cervia).

Il palazzo rappresenta davvero una risorsa potenziale enorme per l’economia ed il sociale. Dovrebbe rappresentare una fonte di sviluppo e di entrate forti per il Comune. Dato che il palazzo fu acquistato originariamente proprio per l’utilizzo congiunto tra pubblico, le attività amministrative, sociali/economiche e private non ci sono spiegazioni del perché il comune non proceda con il finanziamento e recupero del palazzo (considerando anche che non può essere ceduto ad un singolo operatore).

L’eventuale finanziamento sarebbe recuperabile certamente in pochi anni. La proposta di valorizzazione è stata presentata già da tempo, ed è stata studiata a fondo ed articolandola. Si invitano tutti i protagonisti ad essere all’altezza dell’evento di Dante 2021 e di non discriminare il Palazzo Grossi e il forese in generale. E’ una questione di opportunità e di immagine del comune.

Per ProRavenna, il promotore  A. Attoui

3Commenti ...Commenta anche tu!

Commenti

Perché non vedi il tuo commento? Leggi le policy.

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Cervianotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@cervianotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

  • Che peccato! Una struttura così bella e unica non utilizzata per turismo. Sarebbe una grande risorsa dare la possibilità ai turisti di fare la passeggiata attraverso le saline e trascorrere la serata presso l'antico e prestigioso castello. Non si capiscde perchè Rimini, Riccione alorizzano siti meno prestigiosi e noi no.

    29/09/2018 - Daniela

  • Complimenti intanto all'autore dell'articolo, di fatto il turismo moderno è diventato maturo e molto green, chiede il godimento delle risorse naturali e storiche mnumentali. Di solito questa tipologia di turisti è colta e di buona disponibilità economica! Sarebbe opportuno aprire le porte a questa parte del turismo qualitativo!!

    30/09/2018 - roberto

  • Vi da l'idea di quanta attenzione e di quanta consapevolezza hanno i politici locali del loro territorio e del patrimonio storico monumentale esistenti in esso!!! S’am met a f ê e’ caplêr la zenta la ness senza la testa!

    02/10/2018 - stefano



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it