Lunedì 20 Agosto 2018

Mostre. A Cervia in esposizione le opere del tormento e dell'estasi di Werther Morigi

Venerdì 10 Agosto 2018 - Cervia

Da oggi la presentazione antologica delle opere storiche del maestro cervese

Una delle tante opere di Morigi

Per celebrare la 67esima Esposizione a Milano Marittima di Werther Morigi, la Bottega d’Arte presenta una raffinata collezione di tele storiche dipinte dal Maestro nel suo studio nelle saline nel 1981. L’evento, curato da un illustre comitato scientifico di storici d’arte francesi, raccoglie circa venti opere, sparse in tutto il mondo, del grande pittore romagnolo.

L’operazione che si avvale del patrocinio e collaborazione del Comune di Cervia punta a rilanciare un turismo culturale con provenienza internazionale. L'inizio è fissato per oggi e l'avvenimento si protrarrà fino al 30 settembre.

Il potere di richiamo dell’autore dalla vasta popolarità oscillante fra il personaggio e l’artista che ha inventato mille colori tratti da materie vegetali e minerali di questi luoghi, è immenso, basti ricordare la mostra monografica del Centenario sull’opera omnia tenutasi ai Magazzini del Sale con cinquemila visitatori. La presentazione mirata di Werther Morigi ha una motivazione particolare: il grande maestro, infatti, nella sua vita avventurosa e ricca di viaggi in tutti i continenti tornava ogni estate a Milano Marittima aprendo lo studio nel 1947 e la propria galleria nel 1952.

La ricerca della natura salmastra, quale appunto offriva la terra cervese, è raffigurata da Morigi in quadri marini e al tempo stesso simbolici e talora ricchi di misticismo, una tappa essenziale in quella ricerca della “bellezza spontanea e sublime”. Questo cammino ideale, artistico e personale che lo indusse ad instaurare un idilliaco rapporto con personaggi locali, turisti di ogni dove e grandi figure dell’arte che hanno soggiornato in questi luoghi, fa sì che la vicenda di Morigi si arricchisca di immensi significati, affinché la “sua storia sia una favola da raccontare ai bambini di ogni età”.

L’avvenimento si protrarrà fino a tutto settembre con incontri e illustrazioni guidate, catalogo e materiale promozionale editi dalla Bottega d’Arte (corso della Repubblica, 58 Forlì. Tel. 329 9264309).
Connubiare arte a fatica, bellezza a impegno, profondità a levità, l’aspirazione di coltivare l’estasi in tutti i campi artistici è il tormento che agitò Morigi per tutta la sua esistenza (1915-1990).

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it