Mercoledì 18 Luglio 2018

Libero professionista? Segreti e consigli per promuoverti

Mercoledì 11 Luglio 2018

Se ritieni di essere una persona in gamba, competente, affidabile ma questo sembra non bastare per incrementare il tuo business e collaborare con nuovi clienti, probabilmente c’è qualcosa che stai sbagliando. Soprattutto oggi, quando il lavoro è meno e quindi più prezioso, è importante distinguersi dagli altri, puntare sulle relazioni sociali e presentarsi sempre al meglio. I clienti, infatti, non sempre bussano alla tua porta per farti lavorare, ma sei tu che devi dare loro la caccia e convincerli della tua professionalità.

Per farlo non si ha sempre molto tempo e non è nemmeno detto che l’occasione si presenti con un appuntamento, ma essa può capitare quando meno te lo aspetti: nel corso di una conferenza, di un altro incontro in un’azienda, in eventi culturali, fiere, etc. Bisogna per questo essere sempre pronti e non abbassare la guardia, rischiando di fare figuracce e di bruciarsi le buone opportunità che il destino offre.


L’elemento centrale nel presentarsi a un’azienda è la comunicazione. Con questo termine si fa riferimento a diversi aspetti, infatti è possibile comunicare con diverse cose oltre che verbalmente. La comunicazione ha due aspetti principali per il libero professionista: l’immagine di sé (immagine personale) e la sua reputazione digitale (brand reputation). Vediamo come comunicare al meglio nell’una e nell’altra.


Presentazione della propria persona

Per un professionista autonomo o il rappresentante di un’azienda la prima cosa è presentarsi bene: la prima impressione in tal caso è davvero quella che conta. Oltre a presentarsi come persone puntuali e serie nel comportamento non va sottovalutato l’aspetto estetico. Se da una parte sarà bene essere puliti e ordinati, dall’altra bisognerà essere cortesi, parlare in modo corretto e pacatamente. Ogni dettaglio può fare la differenza e andare a incidere sulla propria immagine.


Un dettaglio che in realtà non è un dettaglio, per esempio, è il biglietto da visita. Non c’è web e non c’è nota sullo smartphone, anche se è il più costoso del mondo, che possa sostituire un biglietto professionale corretto, lineare e serio, ricco di potenzialità. Non averlo è un grosso errore, senza contare che si tratta di un prodotto che può anche costare molto poco e che, quindi, costa quasi nulla. La stampa biglietti online da iPrintdifferent, ad esempio, viene offerta a prezzi convenienti e con l’utilizzo di materiali di alta qualità che permettono di fare un figurone spendendo pochissimo. Doppi, standard, bianco e nero, colorati, doubleface: ce n’è per tutti i gusti.


Biglietto da visita digitale: la brand reputation

Oggi come oggi se una persona sa che vi deve incontrare probabilmente è già andata sul web a vedere i vostri profili sui social. Proprio per questo motivo è importantissimo fare attenzione alla propria immagine digitale. Foto private, specialmente se poco opportune, o prese di posizione troppo esuberanti andrebbero infatti evitate o rese inaccessibili ai non-amici sui social.
Attenzione anche ai commenti degli altri utenti. É sempre bene scegliere come immagine profilo delle foto adeguate e, se si tratta di siti professionali come LinkedIn, è bene scrivere la verità. Al giorno d’oggi le informazioni in generale sono facilmente verificabili e per questo, mentendo, si rischia di fare una magra figura.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it