Sabato 23 Giugno 2018

Politica. La Lega attacca i Sindaci del PD di Ravenna e Cervia: "dovrebbero tacere" dice la Gardin

Domenica 10 Giugno 2018

“Spiagge e treni. Cervia - Ravenna. I sindaci Luca Coffari e Michele de Pascale sarebbe meglio tacessero. L’operazione spiagge sicure è stata copiata da una idea di un imprenditore Cervese. De Pascale è arrivato in corsa dopo due anni di mandato, e oggi Ravenna arranca di nuovo per mancanza di treni per il periodo estivo. Capiamo che è di Cervia, ma è il presidente della Provincia di Ravenna!” Così i leghisti Samantha Gardin e Simone Donati.

 

Vanno giù duro quelli del Carroccio. "L’intervento di Luca Coffari e Michele de Pascale è ridicolo. Si vede che pensano che le persone non ricordino. Si sono dimenticati di come erano le spiagge solo un paio di anni fa?” dice Samantha Gardin Segretario provinciale Lega, “abbiamo subito anni di abusivismo alla luce del sole senza un minimo di intervento da parte dei sindaci.” 

Mentre il responsabile di Cervia della Lega Simone Donati: “Vorrei ricordare ai sindaci Luca Coffari e Michele de Pascale, che l’operazione antiabusivismo non è stata una loro idea. Infatti, prima hanno cassato l’dea proposta da Massimo Casanova, allora presidente del sindacato dei balneari, che prevedeva un costo zero per le casse comunali, e una operazione di tipo turistica. Nella prima versione spiagge sicure, per rilanciare l’economia del litorale della provincia di Ravenna si era pensato di creare delle piazzole per gli ambulanti del mercato e per i negozianti, anche sotto forma di temporary shop, per rilanciare le vendite e migliorare il servizio. Il ricavato degli affitti delle piazzole avrebbe permesso di pagare la sicurezza privata sulle spiagge. Il progetto fu completamente cassato dal PD, e riproposto a carico delle casse comunali dal Sindaco Coffari.”

Gardin e Donati attaccano poi il Sindaco di Ravenna: “Il turismo per il Sindaco De Pascale, nonché Presidente della provincia di Ravenna, continua ad esser e un miraggio. Ravenna per lui è di serie B, viene dopo la sua amata Cervia. Infatti Ravenna risulta dimenticata anche dagli orari dei treni estivi. Cervia ha ben 41 corse e Ravenna? 2 misere corse Freccia bianca. Il Turismo va fatto a 360 gradi, non si fa turismo senza i collegamenti stradali ferroviari e via mare non sono parte dei programmi di questi due sindaci. Non hanno alcuna visione di come si faccia ad amministrare questi territori. Cosa se ne fa di due misere Corse Ravenna?"

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it