Martedì 18 Giugno 2019

LA POSTA DEI LETTORI / Sediamoci attorno a un tavolo e parliamo di cosa serve a Lido di Savio

Domenica 22 Aprile 2018

Buongiorno, sono Bruno Tagliavini dell’Hotel Bahamas di Lido di Savio. Siamo arrivati al ponte del 25 Aprile e del 1° Maggio e Lido di Savio sembra un paese morto. La nostra stagione lavorativa, a parte i ponti e un po’ i weekend se il tempo è bello, si è ridotta a luglio ed agosto. Finché non finiscono le scuole i turisti sono molto pochi. I tanti dichiarati aumenti di turisti sono dovuti in buona parte alle varie crisi dei paesi vicini, nostri competitor. 

Questi alcuni problemi secondo me:

  • l’illuminazione è ancora a metà utilizzo, come in pieno inverno
  • l'erba è molto lunga sia per le vie sia in pineta e causa anche il proliferare delle zanzare
  • siamo senza un giornalaio ancora aperto
  • scarsi sono i collegamenti con Cervia, Mirabilandia e Ravenna
  • le strade sono da sistemare, causa buche
  • siamo senza un programma di promozione turistica e di attività del paese
  • molti negozi sono chiusi o non affittati.

L’intervento più grosso fatto nel paese a fine stagione dell’anno scorso è stata l’attivazione della raccolta differenziata (indifferenziata ed umido) porta a porta sia per privati che per le attività. Questo è molto apprezzato a livello ambientale ma se non vengono fatti più controlli, a causa della maleducazione, viene lasciato vicino ai bidoni ogni sorta di rifiuto e non è bello da vedere. Nonostante tutto questo e forse anche altro, continuiamo a chiedere, ai sempre meno turisti, € 2,00 di tassa di soggiorno al giorno per massimo sette giorni nel caso degli Hotel quando altri non ce l’hanno o l’hanno inserita solo d’estate e più bassa.

Se non invertiamo la tendenza facendo ritornare il paese accogliente, pulito e moderno anche in periodi di bassa stagione non vedo molte possibilità e prospettive. Io, dopo più di 40 anni di attività, penso che sia molto importante trovare delle soluzioni per far sì che Lido di Savio torni a splendere perché sono più che convinto che abbiamo tutte le possibilità per farlo. Sarebbe ora che tutti noi operatori, gli assessori ed il sindaco ci sedessimo attorno ad un tavolo per trovare soluzioni fattibili e funzionali alla crescita e allo sviluppo del paese, senza più pensare ognuno solo al proprio orticello.

 

Bruno Tagliavini - Lido di Savio

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it