Venerdì 16 Novembre 2018

ELEZIONI / Franceschini (PD): il turismo è diventato il più importante asset del sistema Italia

Domenica 11 Febbraio 2018

Importante appuntamento elettorale del PD oggi - domenica 11 febbraio - a Cervia, ai Magazzini del Sale, con il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini candidato nel Collegio plurinominale della Camera in Romagna e con i candidati locali Alberto Pagani (uninominale Camera - Ravenna) e Stefano Collina (uninominale Senato - Ravenna). "Proseguo per Riccione dopo Ferrara, da dove arrivo. E mi piace vedere che qui si parla delle cose da fare e non solo di promesse. - ha detto il Ministro Franceschini - Promesse allucinanti che altri fanno sapendo che non possono mantenerle. Mentre fatti terribili ed estremi come quelli di Macerata vengono usati per fini politici. Questo è orribile."

"Noi invece abbiamo fatto e facciamo cose concrete, la prima è stata unificare cultura e turismo. È diventato il ministero più importante del sistema economico italiano. - ha continuato Franceschini - Mentre si moltiplicano i nostri competitori, nessun paese del mondo può offrire ciò che è in grado di offrire l'Italia. E nessun paese al mondo sa unire in pochi chilometri di territorio quello che la sola Romagna offre: turismo del mare, wellness, cultura, monumenti, gastronomia, vino, paesaggio, folclore. Siamo un prodotto unico che racchiude tantissimo."

"I dati ci dicono che in Cina 500 milioni di persone presto diventeranno turisti. La prima meta desiderata di viaggio è l'Italia. Se tutti vogliono visitare la Fontana di Trevi o San Marco a Venezia non ci stanno. Dobbiamo governare il turismo affinché non sia tutto concentrato in senso territoriale e temporale. - ha proseguito il ministro - L'Italia è un museo diffuso. Abbiamo investito in questo settore e siamo passati da 38 milioni a 50 milioni di visitatori nei musei italiani. Questo significa puntare in alto, sulla qualità e non sul turismo mordi e fuggi."

"Il modello che deve crescere è quello di chi viene in Italia, dorme, visita, rispetta i luoghi che visita e porta ricchezza. Non parliamo di nicchie di turisti, ma di grandi numeri. Il pubblico deve sostenere le imprese e l'innovazione e Destinazione Romagna contiene questi concetti. Qui c'è tutto. Il patrimonio monumentale Unesco, i borghi, il cibo, la cultura, il mare... la piadina romagnola che da sola meriterebbe di diventare patrimonio dell'umanità. Insomma è lo stile di vita degli italiani, che sanno vivere e vivono in un museo a cielo aperto" ha concluso Dario Franceschini.

 

Si è soffermato sui temi del turismo anche Andrea Corsini Assessore al turismo dell'Emilia-Romagna: "Grazie al Ministro per la sintonia che abbiamo trovato con un governo amico, con una visione sul turismo avanzata. Se l'Italia ha agganciato la ripresa economica lo si deve in buona parte al turismo e alla crescita importante del settore. Oggi andremo a proporci nel mondo insieme a tutta l'Italia. Questo è un vantaggio competitivo enorme. La legge nuova della nostra regione coglie le nuove esigenze di una domanda che è cambiata. Il turista chiede oggi di vivere esperienze a 360 gradi. Le Destinazioni Territoriali colgono questa domanda. Arte, cultura, enogastronomia, sport, i cammini, i borghi... le eccellenze della regione. La Food Valley, la Motor Valley. Vogliamo collegare i prodotti alla promozione turistica con le agenzie del turismo. E continuare a investire. Abbiamo deciso più 40% nel 2018 per la riqualificazione del settore turistico."

Alberto Pagani ha affermato: "Con il miglioramento in tanti paesi del mondo delle condizioni di vita aumenta anche la domanda turistica. Ma aumenta allo stesso tempo la competitività dell'offerta nel mondo. Se si investe e qualifichiamo la nostra offerta restiamo competitivi. Se no perdiamo la sfida. La legge sugli arenili Bolkestein ha creato più danni che vantaggi. Se non si sa cosa riserva il futuro si produce immobilismo negli operatori e un rallentamento degli investimenti. Uscire dalla Bolkestein è impossibile. Proponiamo che per le Nuove concessioni si svolga una gara con le procedure previste. Ma la nostra idea è che per le Vecchie concessioni servano tempi transitori per ammortizzare gli investimenti di 20 anni, allungabili a 30 anni per gli investimenti ambientali. E cercheremo di fare questo se avremo la maggioranza dopo le elezioni."

Stefano Collina che presiede l'Associazione europea delle città della ceramica ha detto: "Unire cultura e turismo in un unico ministero con Franceschini ha aperto una strada nuova, una prospettiva lungimirante che mette in valore i nostri prodotti e le eccellenze turistiche. Occorre dare continuità al lavoro fatto con una visione che parte dai punti di forza del territorio locale e nazionale."

Ha presieduto l'incontro il Sindaco di Cervia Luca Coffari.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it