Mercoledì 18 Luglio 2018

Mettete dei fiori nelle vostre canzoni. Francesco Poggiali da Brisighella, uomo dei fiori a Sanremo

Mercoledì 10 Gennaio 2018

Francesco Poggiali, 30 anni, fidanzato, brisighellese doc, sarà il fioraio ufficiale del prossimo Festival di Sanremo, il 68° della serie, condotto da Claudio Baglioni, Michelle Hunzicher e Pierfrancesco Favino, in programma dal 6 al 10 febbraio. Infatti è lui il vincitore della selezione “Bouquet Festival” di Sanremo, che sono state fatte il 7 gennaio, a Villa Ormond, nella città dei fiori. Francesco ha primeggiato su altri 21 concorrenti provenienti da ogni parte d'Italia entrando nel cast di artisti del fiore chiamati a realizzare composizioni floreali e bouquet destinati agli ospiti durante la kermesse canora.

Francesco, lei è diventato una specie di star, l’artista dei fiori.

"No, no, io preferisco definirmi fioraio."

Sanremo è un bel traguardo.

"Sì, sono molto contento in effetti."

Ma come c’è arrivato?

"Ho mandato il mio curriculum. E mi hanno preso subito."

Ha fatto una proposta floreale specifica?

"Non era necessario. Ho presentato le mie credenziali, i miei titoli di studio e sono bastati."

Quanto tempo rimarrà a Sanremo?

"Andrò due giorni prima e starò per tutta la settimana del festival."

Che cosa dovrà fare nello specifico?

"Dovrò curare la parte floreale del red carpet, dentro il teatro e dietro le quinte, poi tutti i bouquet dei vari ospiti. Mi hanno parlato di circa 200 pezzi. Un gran lavoro."

Riceverà una bella remunerazione per questo servizio?

"Sinceramente non ne ho idea. Per me Sanremo è importante soprattutto per la promozione."

Lei ha il negozio a Brisighella, una piccola località. Ha intenzione di spostarsi in qualche città più centrale e più importante?

"Assolutamente no. Lavoro nel negozio di famiglia che abbiamo da 50 anni, ne sono orgoglioso, e qui sto benissimo."

Dopo che si è diffusa la notizia che lei andrà a Sanremo come artista dei fiori è già aumentata la sua clientela?

"Ancora no. La cosa è ancora troppo fresca e poi gennaio è un mese un po’ morto per i fiori. Fino a San Valentino non succede granchè."

Ma la fermano già per strada per congratularsi?

"Quello sì."

Qual è il suo fiore preferito?

"Non c’è un fiore in specifico."

Almeno, qual è la sua composizione preferita?

“Quella che mi piace di più e mi dà più soddisfazioni è il mazzo, il classico bouquet. Tecnicamente è complesso, ma è proprio bello da fare.”

 

A cura di P. G. C. 

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it