Domenica 22 Ottobre 2017

Reddito di solidarietà: anche a Cervia scatta il sostegno economico voluto dalla Regione

Martedì 10 Ottobre 2017 - Cervia

Da ieri, lunedì 9 ottobre, le domande si possono presentare allo Sportello sociale c/o i Servizi alla persona

Da ieri, lunedì 9 ottobre, è possibile presentare la domanda per ottenere il “Reddito di solidarietà”, un sostegno economico voluto dalla Regione Emilia Romagna per i nuclei in gravi difficoltà economiche. Il contributo varia da un minimo di 80 a un massimo di 400 euro al mese per le famiglie più numerose composte da 5 o più membri.

 

I requisiti per ricevere l'aiuto sono due: il reddito Isee inferiore ai 3 mila euro e la residenza in Regione da almeno due anni. Inoltre chi farà richiesta dovrà aderire a un progetto personalizzato di attivazione sociale e inserimento lavorativo.

 

I richiedenti dovranno dichiarare i propri dati attraverso documenti ufficiali, come la dichiarazione Isee, o l'autocertificazione. Non potranno ricevere il reddito di solidarietà le famiglie che già godono della nuova prestazione di assicurazione sociale per l'impiego, dell'assegno di disoccupazione o di altri ammortizzatori sociali. E’ inoltre incompatibile la fruizione del Sia (Sostegno per l'inclusione attiva). Nel caso in cui alcuni componenti del nucleo usufruiscano di altri trattamenti economici, per poter accedere al reddito di solidarietà il valore massimo di questi trattamenti non potrà superare i 600 euro al mese. Il reddito di solidarietà dura al massimo un anno e per poterne fare nuovamente richiesta, dovranno passare almeno 6 mesi.

 

A Cervia la domanda si può presentare allo Sportello sociale c/o i Servizi alla persona viale Roma, 33 - 1°piano; orari di apertura dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e il giovedì pomeriggio dalle 15 alle 17.

 

L’assessore al welfare Michela Lucchi ha dichiarato: "E’ questo uno strumento importante per aiutare quelle famiglie che sono più in difficoltà. Occorre mettere in evidenza che tuttavia è un sostegno che si discosta dalla logica assistenziale, in quanto si può considerare un accompagnamento per inserirsi nel mondo del lavoro, attraverso specifici progetti  e percorsi di formazione, che diventano anche impegno e integrazione sociale".

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it