Domenica 20 Agosto 2017

La Salina di Cervia ospita gli ex dipendenti del Monopolio, l'appuntamento diventerà un rituale

Sabato 17 Giugno 2017 - Cervia

Molti di loro erano anni che non mettevano il piede in Salina, altri invece ci tornano spesso, magari dando una mano nella raccolta del Sale, alla Camillone, gestita dall’associazione degli ex salinari. Per questo l’amministrazione comunale e il Parco della Salina di Cervia hanno voluto organizzare per gli ex dipendenti del Monopolio una giornata in Salina.

 

L’idea si è potuta concretizzare grazie all’impegno di Gabriele Armuzzi, vicesindaco ed ex dipendente della Salina. Con lui si sono attivati Oscar Turroni, presidente dell’associazione degli ex salinari e altri lavoratori della Salina dei Monopoli di Stato.

 

“Per noi – ha sottolineato Giuseppe Pomicetti, Presidente del Parco della Salina – è un vero piacere avervi qui. Voi rappresentante il passato, la storia di questa realtà e vedervi assieme ai nostri dipendi di oggi è veramente motivo di orgoglio. La Società Parco della Salina compie proprio quest’anno 15 anni e questa è la prima iniziativa volta a ricordare il lavoro fatto. Molti di voi sono stati in Salina per tutta la vita e il vostro contributo è stato fondamentale per la città del sale negli anni nei quali, prima che si costituisse la società che presiedo, lo Stato non credeva più nella Salina e la città ancora non si era organizzata per gestirla”.

 

Gabriele Armuzzi ha messo in luce: “La grande capacità avuta da tutti noi – perché sono anche io un ex dipendente – di non mollare, quando i Monopoli vedevano in questa Salina, come nelle altre italiane, una zavorra. L’avevano definita antieconomica e noi tutti, vent’anni e più fa non solo abbiamo lottato per il nostro posto di lavoro, ma perché questa realtà potesse continuare ad essere produttiva per la città”.

 

Il sindaco di Cervia, Luca Coffari ha concluso con uno sguardo rivolto al futuro “La Società Parco della Salina in questi 15 anni ha dimostrato a tutti il valore del lavoro attorno al sale e ancora di più per il mantenimento dell’ecosistema ambientale, valorizzando al meglio gli 827 ettari della Salina. Grazie a voi tutti per esserci stati prima e per esserci anche ora. Il vostro amore per il lavoro e per la città si sentono ancora forti”.

 

L’appuntamento con gli ex dipendenti diventerà un rituale della Salina di Cervia, che vuole sempre più mettere in valore i temi legati al lavoro, alle tradizioni, ma anche allo sviluppo futuro nel nome del Sale Dolce di Cervia.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it